La prima proposta dei grillini: il pieno riconoscimento delle coppie gay

Print Friendly, PDF & Email

Grillo palcoDimentichiamoci il taglio dei parlamentari, l’abbattimento della casta e gli sprechi del governo. Le priorità del Bel Paese sono altre: le coppie gay. Il M5stelle, con ben tre disegni di legge (i suoi primi in assoluto), ha chiesto in fila:
1) l’equiparazione dei
matrimoni omosessuali;
2) il riconoscimento della famiglia gay, che
potrà avere figli anche quando il concepimento avverrà con “tecniche di riproduzione medicalmente assistita, inclusa la maternità surrogata”;
3) la condanna fino a quattro anni per i
reati di omofobia e transfobia.
Una presa di posizione che supera persino quella del PD, che invece optava per una legislazione “intermedia” sulla base del modello tedesco. La lettura politica è quella di spaccare ulteriormente il fronte di Bersani e togliere poltrone e voti alla sinistra. Ma la lettura sociale quale sarà? Fine della famiglia tradizionale?

***

8 aprile 2013
Coppe Gay, il M5s presenta 3 ddl a favore delle coppie omosessuali

Il M5s ricambia con la stessa moneta il Pd. Bersani ha provato fino all’ultimo a spaccare il Movimento al fine di vedersi dare la fiducia ad un governo da lui guidato. Ma non ha tenuto conto della reazione dei grillini che restituiscono, in maniera più concreta, la cortesia. Come? Presentando tre ddl, i primi della legislatura a firma M5s, su un tema che più a sinistra non si può: quello del riconoscimento dei diritti alle coppie omosessuali. Come riporta oggi, lunedì 8 aprile, l’Huffington Post, i parlamentari grillini hanno trovato sul tema la sponda di Sel, da sempre attento ai diritti civili delle coppie gay.

Il contenuto dei ddl – La prima delle tre proposte, quella principale, è l’introduzione dell’articolo 91, che riconosce il matrimonio egualitario tra coppie dello stesso sesso. Di più. In base al provvedimento, i figli di un coniuge verranno riconosciuti come figli dell’altro coniuge “anche quando il concepimento avviene mediante il ricorso a tecniche di riproduzione medicalmente assistita, inclusa la maternità surrogata”. Gli altri due ddl riguardano l’omofobia e la transfobia, che i grillini propongono di punire con pene fino ai quattro anni. Riguardo i transessuali, poi, la proposta prevede anche di riconoscere per via legislativa loro le modifiche di genere.

Obiettivo: spaccare il Pd – Dopo le critiche di omofobia ai grillini e, in particolare, a Grillo, ora il comico genovese scavalca a sinistra il Pd, all’interno del quale il tema è molto delicato (come ha scritto Franco Bechis su Libero in edicola domenica 7 aprile, nove democratici hanno presentato una proposta di legge per estendere il matrimonio civile alle coppie omo). Il rischio, sarebbe quello di far deflagrare un partito, quello democratico, all’interno del quale le divergenze sulla questione sono da sempre incolmabili. Le divisioni che preoccupano di più al momento sono altre, e riguardano la linea politica intrapresa da Bersani fino a questo momento. La mossa del M5s – unita a quella di due giorni fa di Berlusconi, che ha annunciato di avere già pronti 8 ddl da presentare a metà aprile, è l’ennesima bomba sganciata sul campo del Pd, che rischia di ridurre la sinistra in un cumulo di macerie.


Sostieni Corrispondenza romana

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Informazioni Carta di Credito
Questo è un pagamento sicuro SSL crittografato.

Totale Donazione: €100.00

di Sebastiano Solano

Fonte: Libero

 


Sostieni Corrispondenza romana

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Informazioni Carta di Credito
Questo è un pagamento sicuro SSL crittografato.

Totale Donazione: €100.00

Donazione Corrispondenza romana