La March for Life di Washington su L’Osservatore Romano

(di Federico Catani) In data 13 gennaio, L’Osservatore Romano ha dedicato ampio spazio alla tradizionale Marcia per la Vita di Washington. Il quotidiano della Santa Sede ha sottolineato il grande valore dell’appuntamento che riunisce annualmente tutto il vasto mondo pro-life statunitense. La Marcia, che si terrà il 23 gennaio, è giunta ormai alla 39° edizione e il tema scelto per quest’anno sarà: “Uniamoci sui principi della vita per rovesciare la Roe vs. Wade e proteggiamo con amore le madri e i bambini non nati, senza se e senza ma”.

Il celebre corteo, che attraverserà le vie della capitale fino a raggiungere la sede della Corte Suprema, sarà preceduto dalla veglia notturna guidata dal cardinal Daniel Di Nardo, arcivescovo di Galveston-Houston,nel santuario nazionale dell’Immacolata Concezione e dalla Santa Messa celebrata dall’arcivescovo di New York e presidente della Conferenza episcopale statunitense Timothy Dolan, che verrà insignito della porpora cardinalizia il prossimo 18 febbraio. In tutto il Paese, inoltre, si svolgeranno in contemporanea numerose iniziative a difesa dell’irrinunciabile diritto alla vita.

L’Osservatore Romano non ha mancato di evidenziare il numero crescente di partecipanti alla Marcia, specie tra i giovani, e ha riportato le forti critiche mosse dal cardinal Di Nardo all’amministrazione Obama, che ha imposto la copertura sanitaria obbligatoria per tutte le forme di contraccezione e sterilizzazione, facilitando così ancor di più la diffusione dell’aborto negli Usa.

Se il “giornale del Papa” ha mostrato attenzione alla Marcia per la Vita di Washington, che tradizionalmente, come scritto da Tommaso Scandroglio su “La Bussola Quotidiana”, assume connotati più “aggressivi” e “radicali” rispetto alle analoghe iniziative tenute in Europa e che tuttavia vede la partecipazione attiva dell’episcopato americano, si può ben sperare in un sostegno, almeno indiretto, alla Marcia per la Vita che si svolgerà a Roma il prossimo 13 maggio.

Dopo l’edizione dello scorso anno, svoltasi a Desenzano, quella che si terrà nel centro della Cristianità sarà la prima vera e propria Marcia nazionale dei pro-life italiani, cui ovviamente possono aderire tutti coloro che hanno a cuore la difesa di quel valore, definito “non negoziabile” da Benedetto XVI, che è la vita, dal concepimento alla morte naturale. (Federico Catani)

Donazione Corrispondenza romana