IN MEMORIAM: Otto d’Asburgo

Il 4 luglio, all’età di 98 anni, è morto a Pöcking, in Baviera, Sua Altezza Imperiale Franz Josef Otto, primogenito del Beato Carlo I, imperatore di Austria e re di Ungheria, e della serva di Dio Zita di Borbone-Parma. Nato a Reichenau, nella Bassa Austria, il 20 novembre 1912, il giovane Otto seguì la famiglia in esilio nel 1919, quando una legge speciale del governo austriaco confiscò tutte le loro proprietà.

Dopo aver soggiornato in vari Paesi, tra cui la Svizzera, la Spagna, il Belgio e, in ultimo, gli Stati Uniti, nel 1954 si trasferì definitivamente in Baviera. Nel 1951 aveva sposato la principessa Regina di Sassonia-Meiningen da cui ha avuto sette figli. Nel 2007 aveva abdicato la carica di Capo della Casa d’Austria a favore del figlio primogenito Karl.

Scrittore e conferenziere su temi legati alla politica internazionale, è stato uno dei più ferventi sostenitori di un’Europa unita dalle sue origini cristiane. Come parlamentare europeo si adoperò per l’ingresso nell’Unione Europea di Stati come l’Ungheria, la Slovenia e la Croazia. Dal 1979 al 1999 ha ricoperto la carica di deputato europeo per la CSU (i Cristiano Sociali bavaresi) ed è stato inoltre presidente dell’Unione Pan-europea internazionale dal 1973 al 2004.

Donazione Corrispondenza romana