In Memoriam: Mons. Brunero Gherardini (1925-2017)

E’ morto oggi mons. Brunero Gherardini, a 92 anni, considerato uno dei principali teologi contemporanei.

Mons. Brunero Gherardini nacque a Prato il 10 febbraio 1925.  Dopo aver svolto i primi studi a Prato, entrò in Seminario studiando all’Istituto salesiano «Cardinale Cagliero» di Ivrea. Ordinato sacerdote, a Pistoia, il 25 giugno 1948, dal Vescovo Giuseppe De Bernardi, fu Parroco nella Diocesi di Prato.

Allievo di monsignor Pietro Parente, conseguì nel 1952 la laurea summa cum laude in Teologia, presso la Pontificia Università Lateranense, con la tesi: La parola di Dio nella teologia di Karl Barth (Roma, Studium 1955).

Fu poi docente del Seminario della Diocesi di Prato, Assistente Diocesano dell’Azione Cattolica e della Federazione Universitaria Cattolica Italiana (FUCI) e, nel 1959, entrò al servizio della Santa Sede, in qualità di Officiale della Sacra Congregazione dei Seminari e delle Università degli Studi, e come responsabile dei Seminari Diocesani e Regionali Italiani.

Dopo alcuni anni di insegnamento, nel 1968 divenne ordinario di Ecclesiologia presso la Pontificia Università Laterana, di cui poi fu decano della Facoltà teologica. Canonico della Basilica di San Pietro e Protonotario Apostolico, nel 2000 subentrò a mons. Antonio Piolanti nella direzione della rivista “Divinitas”. Membro della Pontificia Accademia San Tommaso d’Aquino, fu vicesegretario della Pontificia Accademia Teologica Romana. Per un trentennio consultore della Congregazione dei Santi fu Postulatore della causa di Beatificazione di Pio IX e direttore della rivista “Pio IX”.

Mons. Gherardini è autore di più d’ottanta libri e di centinaia di altre pubblicazioni. Tra le opere più recenti: Concilio Ecumenico Vaticano II. Un discorso da fare, Casa Mariana Editrice, Frigento 2009; Quod et tradidi vobis. La tradizione, vita e giovinezza della Chiesa, Casa Mariana Editrice, Frigento 2010; Concilio Vaticano II. Il discorso mancato, Lindau, Torino 2011; Credo in Gesù Cristo, VivereIn, Monopoli 2012; Il Vaticano II. Alle radici d’un equivoco. Lindau, Torino 2012. Contrappunto conciliare, Lindau Torino 2013.

In questi volumi egli offre preziosi strumenti per interpretare il dramma religioso del nostro tempo. La scomparsa di mons. Gherardini, teologo insigne e maestro di generazioni di sacerdoti, è una grave perdita per il mondo cattolico. Lo studio delle sue ultime opere è necessario per tutti coloro che vogliono comprendere le radici della crisi in cui oggi è immersa la Chiesa cattolica  (V. E.)

Donazione Corrispondenza romana