Il Sabato Santo e la vittoria di Cristo

(di Massimo Viglione) Il Sabato santo è il giorno dell’inganno per le forze delle tenebre. Pensano di aver vinto il Creatore della vita, di averlo ucciso, e, nell’abisso della loro patetica malizia, mettono due ridicole guardie davanti al Sepolcro. Non pensavano che avevano le ore contate, che la loro vittoria sarebbe finita di lì a poco travolta dalla forza infinita della Potenza creatrice della vita.

Mentre chi Lo aveva ucciso il giorno prima pensava (magari con una sorda inquietudine interiore) di aver risolto il problema di Dio, Dio scendeva negli inferi, e in tal maniera riportava, ancor prima della Sua Resurrezione in questo mondo, due vittorie eterne sulle tenebre: 1) ribadiva che Egli è il Padrone anche dell’inferno ed è Dio anche del suo orribile perenne usufruttuario; 2) liberava per sempre i giusti di tutti i secoli trascorsi.

Oggi siamo al Sabato santo. E pensano nuovamente di aver vinto.

Molti urlano “Dio è morto”, “lo abbiamo ucciso noi”. Anzi, “Dio non è mai esistito”, come urlò Friedrich Nietzsche. Mentre ridono, urlano, si sollazzano di parole di inganno, di furti e di omicidi, si inabissano nella follia della lussuria senza confini e dell’odio sguaiato dell’invidia e della superbia, mentre tramano per sovvertire l’ordine del creato e se possibile distruggere il creato stesso e anzitutto l’uomo, non sanno, come non sapevano allora gli ebrei, che oggi è Sabato santo.

Incoscienti e illusi. Questi sono i giorni, le ore, i minuti, di decidere da che parte stare, se con gli apparenti “padroni del mondo” o con Maria, le pie donne e gli apostoli in attesa della immancabile Resurrezione.

Oggi il mondo e in particolare la Chiesa vivono le ore della più tenebrosa e lancinante passione. E molti urlano, sguaiatamente o elegantemente, che Dio è morto. E vivono come se fosse morto.

Per poter risorgere occorre morire e dopo la morte arriva una nuova vita perennemente vittoriosa. Ma Cristo è già morto ed è già risorto una volta per sempre. Viviamo quindi questo Sabato santo, di oggi e dei nostri tempi, con la gioia della speranza incrollabile che ogni minuto che passa avvicina, domani, il giorno della Giustizia.

 

Donazione Corrispondenza romana
  • Chiesa e uomini di Chiesa
    (di Roberto de Mattei) La coraggiosa denuncia degli scandali ecclesiastici fatta dall’arcivescovo Carlo Maria Viganò ha suscitato il consenso di molti, ma anche la disapprovazione di alcuni, convinti che bisognerebbe coprire con il silenzio tutto ciò che scredita i rappresentanti … Continua a leggere
  • La devozione a Maria Bambina
    (di Cristina Siccardi) L’8 settembre scorso abbiamo festeggiato la natività di Maria Santissima. Grande momento liturgico per la Chiesa per ricordare il giorno in cui una discendente della linea di Re Davide sarebbe divenuta la Madre del Salvatore. Esiste una … Continua a leggere
  • L’arcivescovo Viganò: punito per aver detto la verità?
    (di Roberto de Mattei) L’arcivescovo Carlo Maria Viganò, che ha portato alla luce l’esistenza di una rete di corruzione in Vaticano, chiamando in causa i responsabili, a cominciare dalle supreme autorità ecclesiastiche, sarà punito per aver detto la verità? Papa … Continua a leggere
  • Alcune domande inquietanti sul caso “Kim Davis”
    (di Emmanuele Barbieri) La documentazione fornita dall’arcivescovo Viganò in merito al “caso Kim Davis” fa molto più che smentire la versione dei fatti presentata dall’omosessuale dichiarato Juan Carlos Cruz sul New York Times secondo il quale papa Francesco avrebbe licenziato … Continua a leggere
  • Crollo della chiesa, crisi nella Chiesa
    (di Cristina Siccardi) Il collasso del tetto della chiesa seicentesca San Giuseppe dei Falegnami, al Foro romano, nel cuore storico di Roma, arriva in un momento di profondo malessere della Chiesa, di scontri dottrinali e personali apertis verbis, che il silenzio … Continua a leggere
  • Crolla la chiesa, crolla l’Europa
    (di Alfredo De Matteo) I dati di uno studio sulla demografia europea del Berlin Institute for Population and Development certificano l’inverno demografico dell’Europa ed in particolare della Grecia, uscita con le ossa rotte dalle misure di austerità che hanno letteralmente … Continua a leggere
  • «Io non dirò una parola su questo»
    (di Roberto de Mattei) «Io non dirò una parola su questo». Con questa frase, pronunciata il 26 agosto 2018 nel volo di ritorno Dublino-Roma, papa Francesco ha reagito alle impressionanti rivelazioni dell’arcivescovo Carlo Maria Viganò, che lo chiamavano direttamente in … Continua a leggere
  • Non solo padre Martin, da Dublino indicazioni per una nuova “pastorale LGBT”
    (di Lupo Glori) Accanto al controverso e contestato intervento del gesuita americano, su posizioni notoriamente pro gay, padre James Martin, il World Meeting of Families che si è appena concluso a Dublino, è stato caratterizzato anche da un altro incontro … Continua a leggere
  • Dossier su Padre Pio su Radici Cristiane
    (di Mauro Faverzani) A Padre Pio da Pietrelcina, il Santo del Gargano, viene dedicato il dossier, particolarmente ricco, del n. 136 di settembre del mensile Radici Cristiane, in distribuzione nei prossimi giorni. Dossier su Padre Pio su Radici Cristiane was … Continua a leggere
  • Perché Famiglia Cristiana e la CEI sono contro Salvini?
    (di Niccodemo Graber) La copertina di Famiglia Cristiana che equipara il ministro degli Interni Matteo Salvini a Satana è solo il più pesante dei tanti attacchi che la Lega e il nuovo governo subiscono ad opera dell’ufficialità clericale italiana. Ormai … Continua a leggere