Il Card. Bagnasco incoraggia la Marcia per la Vita

Roma, 25 maggio – Durante la conferenza-stampa di venerdì 25 maggio a conclusione della 64.ma Assemblea generale dei vescovi italiani, è stato chiesto al presidente della Cei se ritenesse utile che anche in Italia si svolgano ‘marce per la vita’ come quella del 13 maggio scorso, su modello statunitense (non a caso tra i partecipanti c’era il cardinale americano Raymond Burke).

Il cardinale Angelo Bagnasco ha risposto che “non si può escludere nulla di ciò che è buono”. Nella Chiesa c’è “un atteggiamento costante che dice che tutto ciò che è buono può essere abbracciato, senza escludere altre forme di partecipazione”, perché “non si sposa l’una o l’altra forma”. Sul sito di “Avvenire” si aggiunge anche che “i vescovi hanno visto con favore la Marcia per la vita che si è tenuta a Roma lo scorso 13 maggio, ma non per questo considerano di minore rilievo le iniziative di associazioni tradizionalmente vicine alla Chiesa come il Movimento per la vita.”

Il Cardinale Angelo Bagnasco aveva aderito alla Marcia per la Vita svoltasi a Roma il 13 maggio 2012 con una lettera inviata agli organizzatori  il 27 settembre 2011.

(F.C.)

Donazione Corrispondenza romana