GIAPPONE: rieletto governatore Shintaro Ishihara

Shintaro Ishihara, 78 anni, è stato eletto per la terza volta Governatore di Tokyo con una vittoria schiacciante nonostante le parole pronunciate di recente a proposito della catastrofe giapponese: «L’identità del Giappone consiste nell’avidità. Penso che questa sia una punizione divina».

Con 2 milioni e 615 mila voti, Ishihara ha staccato di quasi un milione di preferenze il secondo, l’ex attore Hideo Higashikokubaru (che ha ricevuto 1.690.000 voti) e Miki Watanabe, proprietario di una grande catena di ristoranti (1 milione e 13 mila voti). Il Partito Democratico, che controlla il governo nazionale, non ha presentato candidati per la carica di governatore di Tokyo perché certo della sconfitta. Ishihara, per parte sua, ha corso come indipendente appoggiato dal Partito Liberal-Democratico (il partito che ha governato il Giappone per 54 anni di seguito fra il 1955 e il 2009, con una sola pausa di 11 mesi fra il 1993 e il 1994) del quale in passato è stato esponente parlamentare.

Ishihara è riuscito sin dall’anno 2005-2006 a riportare in pareggio il bilancio di Tokyo, che da sedici anni era in rosso. Il Pil prodotto nel territorio della capitale giapponese, pari a 1.000 miliardi di dollari, equivale a quello dell’intera Corea del Sud (che è l’undicesima economia mondiale) e a metà di quello italiano.

A differenza dei mass media, i cittadini di Tokyo non hanno evidentemente trovato scandalose le parole pronunciate alla vigilia del terremoto. «L’identità dell’America sta nella libertà, quella della Francia è libertà, uguaglianza, fraternità. Il Giappone non ha niente del genere, ma solo avidità. L’avidità è intrecciata col populismo. Queste cose devono essere spazzate via dallo tsunami. Per molti anni il cuore dei giapponesi si è legato al diavolo. L’identità del Giappone consiste nell’avidità. Dovremmo approfittare di questo tsunami per purificarci di tale avidità. Penso che questa sia una punizione divina» (Tempi.it, 11 aprile 2011).

Donazione Corrispondenza romana