Gesto sacrilego ad Arcugnano: crocifisso imbrattato

CrocifissoGesto sacrilego ad Arcugnano: qui ignoti hanno imbrattato con lo spray bianco e verde un crocifisso, che si trova da diversi anni sulle rive del lago di Fimon, in un’area di pregio circondata dai colli Berici.

Un episodio analogo era già successo all’inizio dell’anno, quando il manufatto era finito nel mirino, assieme ad un altro, erto da un privato sulla strada che porta a Lapio. Entrambi erano appena stati ripuliti e rimessi a nuovo da un volontario, Fabio Rossato. Ma non è servito ad alcunché, la lezione non è bastata ai profanatori, autori del nuovo blitz, messo a segno non si sa nemmeno con precisione quando.

Ora, però, il Comune, d’accordo con il Parroco e con la popolazione, ha deciso di lasciare il crocifisso di Fimon così com’è. In un primo tempo aveva valutato addirittura l’ipotesi di toglierlo, ma ciò avrebbe avuto il sapore amaro di una resa incondizionata ad un manipolo di empi facinorosi. No, la sacra immagine resta e resta in questo stato, cosicché, secondo i fautori di tale scelta, rappresenti già, da sola, un monito.

Donazione Corrispondenza romana