Gesto sacrilego a Cinisello Balsamo, distrutto un crocifisso: è rivolta

CrocifissoTerminato Natale, basta presepi: ora nel mirino di blasfemi e sacrileghi c’è il Crocifisso, il segno per eccellenza della fede cattolica. Ne è stato distrutto uno (nella foto). In via Matteotti civico 1, a Cinisello Balsamo, peraltro nei pressi di una popolata moschea. Il che, specie di questi tempi, ha subito scatenato una ridda di reazioni. Che hanno interessato anche l’assise comunale con la presa di posizione del consigliere Giuseppe Berlino, della lista civica “La Tua Città”, il quale non ha certo usato mezzi termini: «E’ ora di finirla con le politiche ‘buoniste’ di accoglienza e integrazione perpetrata negli ultimi anni da una certa parte politica – ha detto – Altro che manifestare tutti insieme con gli islamici, cominciassero a rispettare la nostra civiltà e la nostra cultura. Non bisogna minimizzare certi segnali, svegliamoci ora o i nostri figli subiranno tutte le conseguenze di questa pericolosa invasione islamica incontrollata».

Al momento è ancora però ignoto l’autore del gesto dissacratorio, sono in corso le indagini. Sebbene sui social network si siano già registrate, forti e vibrate, le reazioni della popolazione, ormai indignata e stanca di vedersi ancora una volta colpire nei propri sentimenti più profondi, nel proprio credo. La gente non ne può più.

Donazione Corrispondenza romana