Francia. Continuano ad oltranza le proteste contro le nozze gay

Print Friendly, PDF & Email

Francia. ProtesteContinueranno fino al giorno del voto, il 23 aprile. Poi, andranno avanti. Ancora e ancora. E già confermano la manifestazione del 26 maggio.
Agli oppositori francesi del matrimonio gay proprio non va giù la legge imposta da Hollande. Vanno avanti ad oltranza, con comitati spontanei sempre più numerosi e frequenti.
La situazione però si sta scaldando ogni giorno di più, ed è difficile contenere i gruppi isolati e in cerca di una soluzione facile. Come è successo qualche giorno fa in un bar di Lille, frequentato da omosessuali, che è stato preso d’assalto e devastato.
Si tratta di azioni che, però, sono state tutte fortemente condannate anche dagli stessi promotori della “Manif Pour Tous”, il movimento che non vuole il matrimonio omosessuale.
Non è impossibile che, sull’onda della polemica, alcuni compiano azioni violente per far ricadere la colpa sui no-nozze-gay.

***
19 aprile 2013
Francia, contro le nozze gay è protesta permanente

Una scarpa da donna, una ballerina blu, potrebbe diventare il simbolo della protesta contro il progetto di legge francese sul matrimonio gay. Nel corso di un accesissimo dibattito all’Assemblea Nazionale, questa notte, il deputato dell’Ump, Philippe Meunier, rivolgendosi all’Aula, ha sorpreso la Francia, tirando fuori dal taschino della giacca una ballerina blu, che sostiene di aver trovato dopo l’ennesimo sit-in contro le nozze gay di ieri agli Invalides di Parigi: “Sapete cosa ho trovato io agli Invalides? Ebbene, cari onorevoli, signori e signore, ho trovato una ballerina! Ecco ciò che fanno oggi le forze dell’ordine di (il ministro dell’Interno) Valls! Fermano le giovani di Francia con le ballerine ai piedi…ecco! Siete fieri di ciò che fate?”.

Un interrogativo che pesa dopo il blitz punitivo di un gruppo di estrema destra contro un bar di Lille, fortemente condannato dal presidente Hollande, ma anche dagli stessi promotori della ‘Manif Pour Tous’, i militanti guidati da Frigide Farjot che protestano contro la norma che legalizza il matrimonio omosessuale. Questa mattina, la cattolica Christine Boutin, presidente del partito democratico centrista, ha scritto su Twitter che la proprietaria di quella ballerina blu è una candidata del suo partito, la trentenne Geneviève Masson, presente ieri sera agli Invalides. Una versione confermata anche dalla diretta interessata, che sempre su Twitter, scrive: “Se qualcuno trova una scarpa sull’espanade des Invalides, sappiate che è mia, la regalo ai poliziotti”.

In questi giorni, gli oppositori al ‘Mariage pour tous’ continuano a promettere nuove azioni, raduni ogni sera davanti alla sede del Parlamento, e un’altra grande manifestazione nazionale il 21 aprile, nonchè il 23, giorno del voto definitivo in Parlamento. Sostengono che continueranno a battersi anche dopo che il testo verrà adottato e mantengono in calendario la protesta del 26 maggio.


Sostieni Corrispondenza romana

Seleziona il metodo di pagamento
Informazioni Personali

Informazioni Carta di Credito
Questo è un pagamento sicuro SSL crittografato.

Totale Donazione: €100.00

Fonte: Avvenire.it

Donazione Corrispondenza romana