Femministe XXX sull’aborto: “Voi occupate i consultori, noi invadiamo le chiese”

Bologna invadiamo chiese“Non torneremo mai indietro. Vogliamo che l’obiezione di coscienza alla legge 194 sia vietata in tutti i consultori e le strutture pubbliche”. Questo un estratto del comunicato diffuso ieri dal collettivo femminista “XXX” che ha protestato all’interno della Basilica di San Petronio a Bologna. Nell’occasione ha anche esposto uno striscione con su scritto: “Voi occupate i consultori, noi invadiamo le chiese”.
Una presa di posizione frontale che, come sempre, non tiene conto dell’uccisione di vittime innocenti ma sparacchia accuse a caso. “
Non possiamo accettare questo medioevo politico e morale, questa sporca commistione tra potere pubblico e religioso,” continua il comunicato.
Secondo le “XXX” sarebbe dunque più civile e più giusta una società che non difende la vita dalla nascita e che non protegge i deboli. Per far questo, ovviamente, è necessario togliere il diritto all’obiezione, così che ognuno possa sopprimere un bimbo innocente senza seccature e inutili perdite di tempo.

 Ecco il testo completo del comunicato:
“Vogliono dividerci in donne di serie A, che hanno un reddito elevato e possono permettersi le cliniche private, e donne di serie B, precari e migranti che non potranno mai permettersele e ricorrono perciò all’aborto clandestino. Non possiamo accettare questo medioevo politico e morale, questa sporca commistione tra potere pubblico e religioso che ci riporta ai tempi delle morti per aborto clandestino. Non torneremo mai indietro. Vogliamo che l’obiezione di coscienza alla legge 194 sia vietata in tutti i consultori e le strutture pubbliche, perché essa rappresenta una discriminazione di sesso, classe e razza, nonché una violazione dei nostri diritti alla salute e all’autodeterminazione”.
***
16 dicembre 2013
Aborto, protesta del collettivo femminista XXX in San Petronio
La contestazione contro l’obiezione di coscienza alla legge 194 con l’esposizione di uno striscione: “Voi occupate i consultori, noi invadiamo le chiese”

Bologna, 16 dicembre 2013 – Il collettivo femminista XXX ha fatto, nel pomeriggio, una protesta contro l’obiezione di coscienza sull’aborto nella basilica di San Petronio. Hanno esposto, per alcuni minuti, uno striscione con scritto: ‘Voi occupate i consultori, noi invadiamo le chiese’.

“Vogliono dividerci – si legge nel comunicato che hanno diffuso – in donne di serie A, che hanno un reddito elevato e possono permettersi le cliniche private, e donne di serie B, precari e migranti che non potranno mai permettersele e ricorrono perciò all’aborto clandestino. Non possiamo accettare questo medioevo politico e morale, questa sporca commistione tra potere pubblico e religioso che ci riporta ai tempi delle morti per aborto clandestino. Non torneremo mai indietro. Vogliamo che l’obiezione di coscienza alla legge 194 sia vietata in tutti i consultori e le strutture pubbliche, perché essa rappresenta una discriminazione di sesso, classe e razza, nonché una violazione dei nostri diritti alla salute e all’autodeterminazione’’.

Fonte: Il Resto del Carlino

Donazione Corrispondenza romana