EUROPA: Magdi Cristiano Allam lancia il partito “Protagonisti per l’Europa cristiana”

Si chiama “Protagonisti per l’Europa cristiana” il nuovo partito lanciato da Magdi Cristiano Allam e mira a riempire il vuoto che in Italia c’è sul piano dell’etica, che, né destra né sinistra, sembrano più considerare fondamento della politica.


Magdi Cristiano Allam lo ha presentato il 30 novembre 2008, dichiarando che esso correrà con liste e candidati alle prossime elezioni per il Parlamento Europeo.
Un partito, precisa Allam, che «non è anti-islamico».

«Io non sono un ex musulmano e tra i fondatori del partito c’è una donna musulmana. Sono – spiega Allam – un italiano e un cattolico che sceglie di impegnarsi in politica per costruire il bene comune e vuole un modello di convivenza comune basato sul rispetto dei diritti fondamentali dell’uomo e della condivisione dei valori non negoziabili», anche da parte dei musulmani che, spiega il giornalista, «in Europa non trovano una tabula rasa. Il problema è che se a noi stessi chiediamo doveri ed agli altri diamo solo diritti e libertà, si finisce con il discriminare gli altri e con il dar vita a una deriva che alla fine semina razzismo».

Dunque, Allam propugna la necessità di una «omologazione a diritti e doveri europei». Con un’Europa che ha due minacce: «una economica che viene dalla concorrenza capitalista selvaggia che trova un paradigma nel regime comunista della Cina; la seconda da parte di chi è disposto a cedere all’estremismo islamico dei “taglia lingua”».

Da sinistra reazioni discontinue. Per la senatrice cattolica del Pd Emanuela Baio Dossi il partito di Magdi Cristiano Allam «non rappresenta la risposta giusta […] perché rischia di dividere ulteriormente l’area cattolica e invece bisogna unire le nostre forze, anche in Europa».

La nascita del nuovo partito è invece una «buona notizia» per la deputata teodem del Pd Paola Binetti, perché «dimostra che i cattolici sentono sempre più bisogno di offrire soluzioni ai problemi ispirate alla dottrina sociale della Chiesa. […] Vogliono manifestare con chiarezza e con fermezza che dalla dottrina sociale della Chiesa possono arrivare risposte concrete».
Accoglienza positiva anche da parte di Rocco Buttiglione, presidente dell’Udc, che invita Magdi Cristiano Allam a fare insieme «una battaglia sui valori».

«Io accetto l’offerta di dialogo, che si basi sulla condivisione di valori – risponde l’ex direttore del “Corriere della Sera”, che ha ricevuto quest’anno il Battesimo dalle mani di Benedetto XVI, durante la Veglia pasquale – siamo aperti a confrontarci, e unirci a tutti coloro che condividono questi valori che riguardano la centralità della persona».

Donazione Corrispondenza romana