DEMOGRAFIA: boom di nuovi nati stranieri in Italia

Secondo i dati Istat del 31 dicembre 2008 le nascite in Italia sono aumentate. Tale risultato è attribuibile per lo più all’aumento dei nuovi nati immigrati.
I cittadini italiani, infatti, sono 400 mila in meno, mentre è salita la presenza di stranieri, 2 milioni e 720 mila, provenienti prevalentemente dalla Romania, ma anche dall’Albania, dal Marocco e dalla Cina.

Nel 2008 la popolazione italiana ha raggiunto i 60 milioni e 45 mila abitanti, mentre si è registrata una quota pari al 6,5% di immigrati residenti in Italia, contro il 5,8% del 2007. Al Centro-Nord la loro incidenza è più elevata, con un livello del 9% al Nord-est e dell’8,6% al Nord-ovest, 8,3% al Centro e 2,4% al Sud.

Benché i decessi dei bambini immigrati abbiano superato le nascite, i nuovi nati nel 2008 sono stati 12.726 in più rispetto al 2007.

L’incidenza delle nascite di bambini stranieri è passata dall’1,7% del 1995 al 12,7% del 2008, pari a 70 mila nati.

Le famiglie anagrafiche sono circa 24 milioni e 641 mila e il numero medio di componenti per famiglia si conferma a 2,4, rimanendo quindi stabile rispetto all’anno precedente.
Si tratta, pertanto, di famiglie poco numerose, anche a causa dell’aumento del numero dei divorzi e delle separazioni.

Donazione Corrispondenza romana