Dal voto agli stranieri al ritiro dall’Afghanistan Ecco il programma del socialista Hollande

(su Il Corriere) Il nuovo presidente promette di regolamentare l’eutanasia e il matrimonio tra le coppie gay. Pensione a 60 anni per tutti.Voto agli stranieri e ritiro anticipato dall’Afghanistan Roma, pensioni, immigrazione e nuovi diritti. Ecco alcuni dei principali punti toccati nel programma di Francois Hollande.

PENSIONI/SANITÀ – Pensione a 60 anni per tutti coloro che hanno iniziato a lavorare prima dei 18 anni e con i contributi in regola, finanziata grazie all’aumento dello 0,1% dei contributi a carico del datore di lavoro e dei dipendenti. – Riforma delle tariffe degli ospedali pubblici. Regolamentazione degli onorari dei medici. Riforma del quoziente familiare.

GIUSTIZIA-SICUREZZA – Soppressione della Corte di giustizia, che giudica i reati e i delitti commessi da ministri nell’esercizio della loro funzione. Raddoppio del numero dei centri di rieducazione minorile che li dovrebbe portare a 80 in cinque anni. Creazione di 1.000 posti all’anno nella giustizia, in polizia e gendarmeria. Creazione di zone di sicurezza prioritaria.

IMMIGRAZIONE – Contenimento dell’immigrazione legale basandosi su criteri «obiettivi». Contenimento del numero di immigrati economici: il parlamento fisserà ogni anno le quote. – Diritto di voto per gli stranieri non comunitari alle elezioni amministrative nel 2013 dopo una revisione della Costituzione. In caso di necessità, referendum se la maggioranza dei 3/5 in Parlamento non dovesse essere raggiunta.

NUOVI DIRITTI/SOCIETÀ – Diritto alle nozze e all’adozione per le coppie omosessuali. Regolamentazione dell’eutanasia.

ESTERI – Riapertura dei negoziati sui trattati europei. Ritiro anticipato alla fine del 2012 delle truppe francesi dall’Afghanistan.

Donazione Corrispondenza romana