CULTURA: XX Convegno Nazionale della fedelissima Gaeta

In occasione dei 150 anni dall’unità d’Italia, nei giorni 11-13 febbraio, si è tenuto a Gaeta, presso la sala convegni dell’hotel Serapo, il XX Convegno Nazionale intitolato: “Gaeta ed il Sud a 150 anni dal Regno delle Due Sicilie”.

Dopo una rievocazione storica di cortei, musiche e tradizioni del Popolo Gaetano e del Regno delle Due Sicilie, nel pomeriggio del 12 febbraio, si è aperto il convegno a cui sono intervenuti diversi relatori, tra i quali l’esperto di storia militare Giuseppe Catenacci, che ha presentato un libro dedicato ai difensori di Gaeta, nel 1860-61, usciti dal Real Collegio Militare della Nunziatella; il giornalista e scrittore Gigi Di Fiore, che ha parlato dell’assedio di Gaeta, sottolineando l’eroicità del Re Francesco II e della Regina Maria Sofia; lo storico Roberto de Mattei, che è intervenuto sulle grandi questioni aperte dalla caduta del Regno delle Due Sicilie; il Presidente dell’Associazione Culturale del Movimento Neoborbonico, Gennaro De Crescenzo, che ha effettuato una disamina dei primati di cui vantava il Regno delle Due Sicilie già nei primi anni dell’800. Ha preso infine la parola il marchese Pierluigi Sanfelice di Bagnoli, delegato per Napoli e la Campania del S.M. Ordine Costantiniano di San Giorgio, che ha strutturato il suo intervento sulla missione ancora attuale del Patriziato napoletano.

La serata è terminata con un dibattito a più voci a cui hanno partecipato: Pino Aprile, Lorenzo Del Boca, Ruggero Guarini, Eddy Napoli. Domenica 13 febbraio, presso il Santuario della S.S. Annunziata, è stata celebrata, da S.E. Mons. Fabio Bernardo D’Onorio, Arcivescovo di Gaeta, una Messa Solenne in suffragio dei caduti durante l’assedio.

Donazione Corrispondenza romana