CULTURA: apre in Vaticano la mostra su Pio XII

Pio XII. L’Uomo e il Pontificato (1876-1958) è il titolo della mostra realizzata dal Pontificio Comitato di Scienze Storiche (su esplicita volontà di Papa Benedetto XVI), che si è aperta il 4 novembre scorso nel “Braccio di Carlo Magno” in Vaticano e resterà aperta fino al 6 gennaio 2009.

Attraverso scritti (molti inediti), foto, oggetti personali e opere d’arte, farà ripercorrere al pubblico, la vita di Eugenio Pacelli, nato il 2 marzo 1876, terzogenito di Filippo Pacelli e di Virginia Graziosi, asceso al Trono Pontificio con il nome di Pio XII il 2 marzo 1939.

Oggetto di polemiche diffamatorie e controversie storiografiche, Papa Pio XII, salito al Soglio nel 1939 (alla vigilia della II Guerra Mondiale), fu testimone di alcuni degli eventi più cruciali del XX secolo: il conflitto mondiale, l’Olocausto, la Guerra Fredda.

In occasione del 50° anniversario della sua morte, la mostra getta nuovamente luce sulla sua figura, mettendo in risalto non solo il suo operato come Pontefice, ma anche alcuni aspetti meno conosciuti della sua vita e della sua personalità.

Nove sezioni per una rassegna «che metterà in risalto – sottolinea il professor Don Cosimo Semeraro, segretario del Pontificio Comitato di Scienze Storiche – gli aspetti meno conosciuti di questo personaggio, la sua storia personale, dalla nascita in via degli Orsini a Roma, alla sua infanzia, dalla vita come studente del liceo “Visconti”, fino alla formazione universitaria presso l’Università Gregoriana».

E poi ancora il percorso spirituale di Pacelli, la sua ordinazione sacerdotale e l’inizio del lungo iter al servizio della Santa Sede, il suo ruolo di nunzio apostolico a Monaco di Baviera e Berlino, la nomina a segretario di Stato, fino al suo lungo Pontificato.

Donazione Corrispondenza romana