Come ti uso l’immagine del Papa per il Compro Oro

Papa Bergoglio al Compro OroIn mezzo al claim c’è Papa Francesco: “Fai come lui. Per il tuo oro vai dal Numero 1 in Italia”. Così recita il cartellone pubblicitario del Compro Oro di Castellanza, in provincia di Varese. Strumentalizzazione di un simbolo religioso? Pessimo esempio, anche grafico, di pubblicità? No, neanche un po’.
I gestori dell’attività confermano che non c’è la volontà di offendere nessuno, ci mancherebbe. L’han fatto perché il gesto di Papa Bergoglio “
di abbandonare l’oro della Chiesa, cioè le sue ricchezze, è stata una notizia che ha provocato grande scalpore”. Tanto valeva sfruttarla un po’. Alberto, collaboratore del titolare del negozio, conferma che non si tratta di pubblicità offensiva e sembra anzi ben informato e conciliante. “Il nuovo Papa è una persona a modo,” ammette. “Gesù Cristo era povero”.
Probabilmente si aspettavano che piacesse ai cattolici e non han capito nemmeno perché non è stato così. D’altronde, il nuovo Papa è una persona così a modo…

***
Papa Francesco al Compro Oro?
La pubblicità scatena la protesta

CASTELLANZA Papa Francesco che fa la pubblicità di un noto Compro Oro della zona. A molti, tornando a casa dal lavoro, o in coda per raggiungere uno dei supermercati della zona, è venuto quasi un colpo. Impossibile non notare quell’immenso cartellone pubblicitario montato su un camion. Il mezzo era parcheggiato a Castellanza in uno slargo di viale Borri, dove una volta c’era un benzinaio. «Fai come lui. Per il tuo oro vai dal Numero 1 in Italia». Questa la scritta presente sul cartellone, e sotto Papa Francesco inginocchiato davanti al proprietario della catena di Compro Oro, seduto a torso nudo su di un trono.

Una pubblicità di sicuro effetto, che però ha urtato la sensibilità di molti. Interrogato sulla questione il Parroco di San Giulio, don Rino Tantardini, cerca di smorzare i toni. La cosa però non lo fa certamente felice. «È una pubblicità stupida, un modo di strumentalizzare le figura del Papa». A suo dire, se la pubblicità non si può definire ingannevole, sicuramente è fuori luogo. «Anche perché, se c’è una persona che si è dimostrata non interessata alla ricchezza, questa è proprio Papa Francesco. Lui non ha neppure voluto l’anello d’oro, ma d’argento. E anche la croce che porta al collo non è fatta di metalli preziosi, ma di semplice ferro». Da parte dei gestori di Mirkoro, la catena presente a Castellanza, nessuna volontà di offendere nessuno, anzi. «Il fatto che il nuovo Papa abbia voluto abbandonare l’oro della Chiesa, cioè le sue ricchezze, è stata una notizia che ha provocato grande scalpore – spiega Alberto, collaboratore del titolare -. Il messaggio della pubblicità ci sembrava molto chiaro: “fai come lui”, cioè rinuncia all’oro e, nel nostro caso, portalo da noi».

A quanto dicono i gestori del negozio, quindi, non si tratterebbe di una pubblicità offensiva. «L’impressione che tutti abbiamo avuto, del nuovo Papa, è di una persona a modo – dice ancora Alberto -. Gesù Cristo era povero. Noi non avevamo intenzione di offendere nessuno». Fatto sta. Per chi passa dalla Saronnese per prendere l’autostrada i due negozi di Compro Oro sono impossibili da non notare. Davanti ai punti vendita ci sono sempre vetture di pregio. Il segnale di un settore che, come pochi altri, riesce a guadagnare tantissimo anche in questi tempi di crisi. O forse proprio grazie alla crisi. Un settore che, come quello dei videopoker, è sempre sotto la lente d’ingrandimento.

Fonte: La Provincia di Varese

Donazione Corrispondenza romana