CINA: Pechino minaccia «serie ripercussioni» se il Papa incontrerà il Dalai Lama

Pur non avendo rapporti diplomatici con la Santa Sede dal 1951, il Governo cinese minaccia «serie ripercussioni» alle relazioni bilaterali se Papa Benedetto XVI dovesse incontrare il Dalai Lama, leader spirituale buddhista Premio Nobel per la Pace 1989, che dovrebbe essere a Roma il prossimo 13 dicembre.





Pur non avendo rapporti diplomatici con la Santa Sede dal 1951, il Governo cinese minaccia «serie ripercussioni» alle relazioni bilaterali se Papa Benedetto XVI dovesse incontrare il Dalai Lama, leader spirituale buddhista Premio Nobel per la Pace 1989, che dovrebbe essere a Roma il prossimo 13 dicembre.

Liu Jianchao, portavoce del ministero cinese degli Esteri, ha dichiarato: «Speriamo che il Vaticano non faccia nulla che possa colpire i sentimenti della popolazione cinese, e mostri sincerità nel migliorare i rapporti con la Cina intraprendendo azioni concrete». Negli ultimi mesi, Benedetto XVI ha avviato una politica di apertura alla Cina  tale da far parlare i sinologi di un clima di distensione nelle relazioni.

Il regime della T’ien An men sostiene da sempre che il Dalai Lama – in esilio in India dal 1959 – non è un leader religioso, ma un pericoloso separatista che cerca l’indipendenza del Tibet, invaso dalle truppe cinesi nel 1950. In quest’ottica, il governo cinese ha condannato con forza i recenti incontri fra il leader tibetano ed i vertici politici di Stati Uniti, Canada e Germania.

Allorché lo scorso ottobre il Governo americano ha conferito al Dalai Lama la medaglia d’oro del Congresso, la più alta onorificenza civile statunitense, il ministero degli Esteri cinese ha sostenuto che «quei Paesi che decidono di trattare bene il capo dei separatisti tibetani, danneggiano la propria immagine» precisando poi che le numerose visite che il Dalai Lama sta compiendo in Paesi occidentali non avranno alcun effetto sullo status del Tibet, anzi non faranno che danneggiare i rapporti con Pechino. (E.G.)

Donazione Corrispondenza romana