Cina: E’ morto centenario p. Mattia Leopoldo Guo Ji Fen, “modello di fedeltà a Cristo, zelante evangelizzatore, al servizio dei fedeli fino alla fine”

Taiyuan (Agenzia Fides) – “La sua vita di autentica dedizione al servizio del Signore è un vero modello per tutti noi sacerdoti, religiosi/e e fedeli laici. Dobbiamo imitare la sua fedeltà a Cristo, il suo zelo per l’evangelizzazione e il grande senso di servizio ai fedeli”. Così Sua Ecc. Mons. Paolo Meng Ningyou, Coadiutore della diocesi di Taiyuan (consacrato con l’approvazione della Santa Sede il 16 settembre 2010, di cui le Autorità cinesi hanno permesso l’ordinazione), ha definito p. Mattia Leopoldo Guo Ji Fen, francescano centenario, che è tornato alla casa del Padre ieri, 15 febbraio, nella diocesi di Taiyuan della provincia dello Shan Xi, nella Cina continentale.

P. Guo è sempre rimasto al suo posto nella missione cinese, anche nei momenti più critici per la Chiesa, e non ha mai esitato ad annunciare il Vangelo, ad esercitare la sua missione di evangelizzazione, nonostante 25 anni di carcere.

P. Guo era nato il 18 febbraio 1913 (secondo la tradizione cinese, l’età si conta dal momento del concepimento e non della nascita, quindi per tutti aveva 100 anni) nel villaggio di Shui Gou, di Taiyuan. Nel settembre 1926 entrò nel Seminario minore di Taiyuan, ed il 12 febbraio 1931 è diventato novizio del Seminario Francescano.

Emise i primi voti temporanei di tre anni il 13 febbraio 1932, prendendo il nome religioso di Leopoldo, ed il 3 settembre 1935 i voti solenni. Venne ordinato sacerdote nella Giornata Missionaria Mondiale del 24 ottobre 1937 da Mons. Agapito Fiorentini, OFM (1866-1941), dal 1924 al 1940 Vicario Apostolico del Vicariato Apostolico di Taiyuan. Dopo l’ordinazione è stato parroco, rettore del seminario minore, cancelliere diocesano.

Nel settembre 1955 venne imprigionato, e fino all’aprile 1980 passò 25 anni tra prigione e campi di lavoro per la rieducazione. Appena liberato, riprese il lavoro pastorale di parroco e nell’aprile 1985 divenne economo del Seminario Maggiore di S. Giovanni da Monte Corvino. Dal 27 marzo 1996 era a riposo, ma ha sempre continuato ad evangelizzare fino alla fine della sua vita terrena. (NZ) (Agenzia Fides 2012/02/16)

Donazione Corrispondenza romana