Chieti. Mutilata la statua della Madonna del presepe in piazza

Vasto. Mutilata statua MadonnaSuccede a Vasto, in provincia di Chieti. Con un badile hanno distrutto il fianco e il braccio sinistro della statua della Vergine Maria. Tutto intorno, in forte spregio, un forte odore di urina.
Questo il risultato di una notte di vandalismi e bravate sul presepe che ogni anno l’amministrazione comunale allestisce in piazza Rossetti.
Ignazio Rullo, dirigente dell’Ufficio Servizi del Comune, ha condannato l’episodio come “
una bravata senza senso organizzata dal branco, complice qualche bicchiere di troppo, indice del degrado morale e dell’assenza di senso civico e religioso di tanti giovani”.
Sull’episodio stanno indagando le forze dell’ordine.

Tuttavia, un fatto analogo è accaduto a Milano Marittima, in provincia di Ravenna. Dopo aver scardinato due pecorelle lo scorso fine settimana, dei vandali hanno gravemente danneggiata la Pastorella nella notte fra venerdì 13 e sabato 14. La statua ha riportato danni così gravi che sarà necessario rimuoverla.
Anche in questo caso la Proloco ha espresso tutta la sua delusione: “
Riteniamo che queste azioni sconsiderate siano il gesto di sciocchi che evidentemente non hanno a cuore la località e il suo buon nome; a questo punto però, si è costretti a rimuovere nuovamente i pastori appena restaurati e provvedere a studiare nuove soluzioni, e di certo non poco economiche per la protezione delle sculture”.
***
16 dicembre 2013
Atto di vandalismo ai danni del presepe di piazza Rossetti, mutilata statua della Madonna
Amareggiato il Comune: “Segno di grave degrado morale”

Becero atto di vandalismo quello consumatosi in piazza Rossetti, nel pieno centro di Vasto, dove ignoti balordi hanno preso di mira il presepe allestito come ogni anno dall’amministrazione comunale.

Gesti assolutamente censurabili, che forse trovano spiegazione nella tendenza di alcuni ad esagerare con le bevande alcoliche, che purtroppo stanno prendendo la piega dell’abitudine, dato che già durante le scorse festività natalizie, precisamente il giorno dell’Epifania, qualcuno aveva decapitato la statua di San Giuseppe.

Ad essere presa di mira, stavolta, è stata invece la statua della Madonna, fatta oggetto di violente quanto gratuite badilate sul fianco e sul braccio sinistri, andati in frantumi, contornati dai resti di una notte brava e dal forte odore di urina, come a volerci lasciare la firma.

Sull’episodio stanno indagando le forze dell’ordine, mentre Ignazio Rullo, dirigente dell’Ufficio Servizi del Comune, lo ha condannato senza mezzi termini, bollandolo come “una bravata senza senso organizzata dal branco, complice qualche bicchiere di troppo, indice del degrado morale e dell’assenza di senso civico e religioso di tanti giovani”.

Fonte: Abruzzo 24ore
***
16 dicembre 2013
Ancora vandalismo contro il presepe artistico a Milano Marittima, Danneggiata la Pastorella
Project Proloco: “Costretti a studiare nuove soluzioni”

A poche ore dai precedenti atti vandalici, nel weekend appena trascorso, si sono registrati ulteriori attacchi al Presepe Artistico della città. Infatti se due pecorelle del gregge erano state scardinate dal pavimento durante lo scorso weekend, nella notte fra venerdì 13 e sabato 14 è stata gravemente danneggiata la Pastorella, statua di grande valore che guidava simbolicamente il gregge verso la proiezione con la Natività. La scultura ha riportato gravi danni strutturali e purtroppo sarà necessario rimuoverla. Project Proloco si è già attivata con le forze dell’ordine per visionare i filmati delle telecamere di video sorveglianza.

Il Consiglio Proloco esprime tutto il suo rammarico e la delusione per i continui e ripetuti attacchi all’installazione.

“Riteniamo, scrive la ProLoco, che queste azioni sconsiderate siano il gesto di sciocchi che evidentemente non hanno a cuore la località e il suo buon nome; a questo punto però, si è costretti a rimuovere nuovamente i pastori appena restaurati e provvedere a studiare nuove soluzioni, e di certo non poco economiche per la protezione delle sculture”.

Fonte: Cervia Notizie

Donazione Corrispondenza romana