CHIESA CATTOLICA: il Papa prepara un vademecum per i sacerdoti

Per restituire rigore al confessionale e rilanciare il sacramento in crisi, Benedetto XVI punta su un vademecum destinato ai confessori e ai direttori spirituali (“La Stampa, 3 giugno 2009).


L’arcivescovo Mauro Piacenza, segretario della Congregazione per il clero, ha annunciato che «la pubblicazione avverrà nel contesto dell’Anno Sacerdotale che il Pontefice aprirà a San Pietro il 19 giugno». Anche la Penitenzieria Apostolica (il dicastero vaticano delle confessioni), lancia l’allarme per la crisi del Sacramento (il 30% dei fedeli non ritiene necessari i confessori, il 10% li considera un impedimento al dialogo con Dio, il 20% ha difficoltà a parlare dei propri peccati) e allunga la lista dei peccati mortali, aggiungendo le manipolazioni genetiche, gli esperimenti sulla persona, l’inquinamento ambientale, la droga, l’ingiustizia sociale, causare povertà, ricchezza eccessiva.

Da parte sua, padre Wojciech Giertych, teologo della Casa Pontificia, fa notare come «per gli uomini il peccato più difficile da fronteggiare è quello della lussuria, poi gola, accidia, ira, vanagloria, invidia e avarizia, mentre per le donne il più pericoloso è la vanagloria e a seguire l’invidia, l’ira, la lussuria, la gola e l’accidia».

Donazione Corrispondenza romana