CHIESA CATTOLICA: a Laus, la Chiesa riconosce una nuova Lourdes

Parallelismi ed assonanze sono quanto mai facili da fare in questa occasione: come Lourdes si trova nascosto tra le montagne, come Bernadette la Vergine è apparsa ad una povera pastorella. Insomma la Francia ha un nuovo santuario della fede.





Parallelismi ed assonanze sono quanto mai facili da fare in questa occasione: come Lourdes si trova nascosto tra le montagne, come Bernadette la Vergine è apparsa ad una povera pastorella. Insomma la Francia ha un nuovo santuario della fede.

Laus, questo è il nome del paesino che dista poche decine di chilometri dal confine italiano del Piemonte, ed è già meta di migliaia di pellegrini, che testimoniano come questo luogo sia avvolto da misteriosi profumi. Ciò è dovuto anche dal fatto che da pochissimo la Chiesa Cattolica ha riconosciuto ufficialmente le apparizioni

che qui si sono verificate, permettendo a questo paesino, prima semisconosciuto, di divenire un significativo spazio di raccolta e di preghiera per rinnovare la propria fede.

Le visioni della Madonna si sono protratte per ben 54 anni, tra il 1664 e il 1718, quando la Madre di Dio scelse la sedicenne Benedetta Rencurel, la quale mentre portava al pascolo il gregge, vide per la prima volta una «bellissima Signora».

Proprio a lei, umile ed analfabeta, vennero affidati messaggi di salvezza per l’umanità, che vedeva tra l’altro in quel periodo l’Europa in lotta per le guerre di religione.

In onore del riconoscimento pontificio, ci sono stati solenni festeggiamenti a Laus, che oltre a migliaia di fedeli, hanno visto partecipare una trentina fra cardinali e vescovi, in attesa che Roma dia avvio al processo di beatificazione per la veggente Benedetta. Il Paese d’oltralpe si vede così accordare per la seconda volta una tale approvazione dopo Lourdes.

E ciò appare ancor più rilevante se si pensa che proprio in Francia nel prossimo settembre Benedetto XVI farà visita al santuario mariano di Lourdes, per il 150esimo anniversario delle apparizioni della Vergine.

Donazione Corrispondenza romana