Archivio: 1242

Chi tocca la 194 muore

Foto CR (di Roberto de Mattei) Chi tocca la 194 muore. Non di morte fisica come i cinque milioni di bambini vittime, dal 1978, di quella legge; ma di morte mediatica, inflitta attraverso le accuse di «fascismo», «omofobia», «integralismo anticonciliare», e così via. Gli oltre 15.000 partecipanti alla Marcia per la Vita svoltasi a Roma il 13 maggio hanno fatto sentire con forza la loro voce contro il massacro degli innocenti, senza cedere all’aggressione mediatica, iniziata già qualche giorno prima della Marcia, per ridurli al silenzio. Lasciamo a loro la parola e per tutti al superiore generale degli …

Le ragioni di uno straordinario successo

(di Roberto de Mattei) Sono passati quasi trentacinque anni da quando l’aborto fu legalizzato in Italia, con la legge 194 del 22 maggio 1978.  Quella legge ha un peccato d’origine: essa fu firmata dal presidente del Consiglio Giulio Andreotti e dal presidente della…

Un trionfo non annunciato e i suoi “maledicenti”

(di Massimo Viglione) In tutta onestà, chi ha lavorato per la II Marcia Nazionale italiana per la Vita, sarebbe stato ben contento di una presenza di 3000-4000 persone, sia perché era la prima volta a Roma (e la seconda in assoluto), sia perché tutto è stato pensato…

Basta “sudditanza”, la gente in piazza per urlare “no” all’aborto

(di Mauro Faverzani) V’è più di un merito in questa seconda edizione della Marcia nazionale per la Vita: l’aver catalizzato l’adesione di più di 150 sigle, oltre a parrocchie e gruppi spontanei; aver fatto sentire a circa 15 mila persone la necessit…

Notizie dalla Rete

Nuove denunce sull’omosessualità nella Chiesa. Ma il papa tace e dà la colpa al “clericalismo”

(Sandro Magister, L’Espresso – 31 ottobre 2018) Nel concludere il sinodo, sabato 27 ottobre, Jorge Mario Bergoglio è tornato a individuare nel “Grande A

Asia Bibi è libera

(Marco Tosatti, Stilvm Curiae – 31 ottobre 2018) La Corte Suprema del Pakistan ha assolto mercoledì  Asia Bibi – una donna cristiana accusata di blasfemia nel 2010

Riscaldamento globale, il Vaticano sfida la Polonia

Fiducia su Berlusconi? Sarkò e Merkel ridacchiano

“Angelelli beato? Sbagliato, farà vacillare la fede”

Monsignor Viganò: “Ecco come rispondo al cardinale Ouellet. E’ il momento di uscire allo s...

Massoneria e segreti, il mistero della Trilogia romana

Massoneria e Chiesa organizzano convegno: polemiche sui partecipanti

Abusi, la stampa liberal “abbandona” Bergoglio

Monsignor Nicola Bux: “L’unità si fa nella verità”

Aborto, la sfida di legare assieme dottrina e prassi

Il papa, i giovani e la ferula biforcuta

Santa Sede: risposte curiose e lettere infuocate, ma anche eloquenti

Nella partita col Vaticano chi comanda è la Cina

La «Trilogia romana» di Roberto de Mattei: quando la storia è anche letteratura

“DER SPIEGEL” E LE COPERTURE DEGLI ABUSI IN ARGENTINA AL TEMPO DI BERGOGLIO. UN’INCHIESTA...

Caro presidente, gli italiani si aspettano che lei difenda l’Italia non che attacchi il g...

L’ex seminarista e il teologo: messaggi per ricostruire partendo dalla verità

Il Cammino dei Tre Sentieri consiglia “Trilogia romana” di Roberto de Mattei

Gaenswein: gli abusi sono l’11 settembre della Chiesa