Boko Haram si serve di kamikaze vestite da suore

MercatoSempre più efferati e crudeli i crimini, commessi da Boko Haram in Nigeria: lo si è visto anche in occasione del sanguinoso attentato, consumatosi presso una stazione degli autobus, a Yola. L’esplosione di una bomba ha provocato una quarantina di morti. Ma, a sconcertare ancora di più sono i travestimenti, cui han fatto ricorso i terroristi islamici, per sfuggire alla cattura: si sono camnuffarda religiose cattolici.

Tempo fa la Polizia aveva scoperto a Kano, nel Nord del Paese, alcuni sarti, intenti a cucire vesti da suora. Che sarebbero state indossate poi dalle kamikaze, incaricate di mischiarsi così  tra la folla, per farsi esplodere. A rivelarlo all’agenzia Fides, è stato il direttore delle Comunicazioni Sociali dell’Arcidiocesi di Abuja, la capitale, Padre Patrick Tor Alumuku.Secondo gli inquirenti, nell’ultimo mese quattro o cinque attentati sarebbero stati messi a segno da donne suicide. Due di loro, lo scorso 25 novembre, hanno provocato un’ecatombe al mercato di Maiduguri. Circa una settantina le vittime. Per questo, la Polizia ha consigliato ai fedeli di allontanare le donne non conosciute, specie quelle in abito religioso oppure incinta, almeno in apparenza: le bombe verrebbero occultate, infatti, sotto false pance…

Donazione Corrispondenza romana