ABORTO: un feto sopravvive a un intervento d’interruzione di gravidanza

Il 24 aprile scorso, presso l’ospedale di Rossano (Cosenza), una donna è stata sottoposta ad un intervento per l’interruzione di gravidanza – deciso a causa di una malformazione del nascituro – ma, nonostante l’aborto tecnicamente riuscito, il feto è sopravvissuto. A scoprire che il feto era ancora vivo è stato il cappellano dell’ospedale il quale, dopo aver appreso dell’aborto, si era recato per pregare nella stanza dove era stato riposto il corpicino.


Il sacerdote si è accorto che il feto respirava e si muoveva e subito è stato dato l’allarme ai medici che sono intervenuti ed hanno disposto l’immediato trasferimento del neonato nell’ospedale di Cosenza dove è in gravissime condizioni. Sull’accaduto gli agenti della polizia di Stato hanno avviato le indagini che sono coordinate dalla Procura della Repubblica di Rossano. Gli investigatori hanno già acquisito la cartella clinica. Poi saranno sentiti i medici che hanno effettuato l’intervento di interruzione di gravidanza.

Donazione Corrispondenza romana