L’ultima follia degli ideologi del gender: l’asilo per i bimbi trans

asilo(di Alfredo De Matteo) Negli ultimi tempi stiamo assistendo ad una forte accelerazione della cosiddetta teoria del gender, che si traduce in un autentico processo di indottrinamento mirato a pervertire soprattutto quella parte della popolazione più malleabile ed influenzabile, ossia la primissima infanzia e l’adolescenza.

L’ultima notizia proviene da S. Louis nel Missouri, dove il locale ospedale pediatrico ha messo in piedi una sorta di centro di accoglienza per bambini di età compresa tra i 5 ed i 12 anni che vivono, o per meglio dire subiscono, tale condizione. L’idea è che stando insieme e socializzando tra loro i piccoli possano superare le difficoltà del loro stato e vivere dunque serenamente la loro diversità.

All’interno di questo autentico campo di concentramento ogni mese circa venti bambini vengono indotti e guidati da una psicologa a discutere dei loro problemi ed emozioni, ciascuno con il nome o soprannome che sceglie, in una sorta di lavaggio del cervello volto a puntellare la falsa identità sessuale subdolamente imposta loro dai genitori o da chi ha interesse a mettere in scena la farsa della normalità nella diversità.

Inutile dire che le ripercussioni psicologiche su queste piccole e innocenti cavie umane da laboratorio, private anche del loro vero nome, saranno devastanti. Ma ciò non interessa ai cultori della ideologia del gender: l’importante per loro è dare l’impressione di una falsa normalità che in realtà conduce le anime alla disperazione ed alla morte spirituale. (Alfredo De Matteo)

Donazione Corrispondenza romana