La bellezza di Lucifero: le nuove frontiere del satanismo

Lucifero-300x215(di Davide Greco su nocristianofobia.org del 12-04-2013) Il satanismo ha cambiato tattica. Le sue parole adesso sono: bellezza, libertà e politica, specie nei comunicati pubblici. Anche in Italia.

Dimentichiamo per un momento corna, zolfo e bambine che parlano al contrario. Quello è un satanismo di vecchia maniera, buono per fare incassi al cinema. La realtà è probabilmente tutta un’altra. Di fronte ad un mondo che cambia, anche le regole d’ingaggio devono essere diverse. E quello a cui si assiste in questo periodo è un radicale cambio di glossario quando si parla di satanismo. Chi venera questo culto, infatti, è sempre molto attento nel descrivere ciò che fa o pensa, in modo del tutto innocente. In maniera persino plausibile, facendo ricorso a parole positive, ricche di umanità, alle volte anche di gioia. Oppure è costretto a spostare il senso delle cose, spesso con delle definizioni che fanno intravedere una sorprendente apertura mentale.

Vediamone qualcuna. Secondo uno schema di cui è impossibile verificare l’attendibilità, attualmente ci sarebbero cinque “correnti” di satanismo: il razionalista, lo spirituale, l’agnostico, l’occultista, l’acido. Pazienza le ultime due, che sono abbastanza evidenti, ma le prime tre fanno venire non pochi dubbi anche a chi ha le idee chiare. Satanismo razionalista? Spirituale? Ma che vuol dire? Non c’è bisogno di andare tanto lontano per scoprirlo. Un rappresentante di spicco del satanismo razionalista si è persino candidato alle politiche del 2013 insieme a Margherita Hack. Si tratta di Marco Dimitri, intervistato da “Il Fatto Quotidiano” il 6 febbraio di quest’anno. Nelle sue dichiarazioni pre-elettorali (Partito Democrazia Atea) parlava di “rilanciare la ricerca”, dei “diritti dei cittadini”, di rifiuto dei “finanziamenti pubblici”. Se non fosse per alcune svirgolate qua e là, sembrerebbe di sentire parlare un politico navigato. C’è solo un piccolo problema: qui rischio di confondermi. Già, perché o i satanisti hanno iniziato a parlare come i populisti, oppure i populisti hanno preso a prestito gli slogan dei satanisti. La cosa non mi piace affatto.

E non va molto meglio con “lo spirituale”. Anzi, lo si trova persino più spesso, anche in forme diverse. Per esempio, una corrente “spirituale” è quella di Joy of Satan, la Gioia di Satana. Nella sua home page si trovano concetti estremamente sofisticati. Innanzitutto il satanismo viene descritto come molto più antico del cristianesimo, e precedente qualsiasi religione conosciuta. In pratica sarebbe la vera essenza dell’uomo. In tutto questo, ovviamente, la Chiesa è l’antagonista che ha soffocato la vera natura umana. Allo stesso modo vengono ribaltati tutti i concetti. Aderire a Satana non è seguire pulsioni, bassezze e comportamenti degenerati, ma partecipare della consapevolezza, della bellezza, della luce.

Ecco cosa possiamo trovare: “Il Satanismo non è un’ “invenzione Cristiana”. Il Satanismo precede il Cristianesimo e tutte le altre religioni. Il Satanismo non riguarda folletti, gnomi, vampiri, mostri di Halloween o simili entità. Il Satanismo non riguarda il “male”. Il Satanismo riguarda l’elevazione, ed il potenziamento dell’umanità, che era l’intento del nostro Vero Creatore (Satana). Siamo rispettosi della Legge. Il Cristianesimo fu inventato per rimuovere le conoscenze spirituali ed occulte (i poteri della mente) dalla popolazione, e mettere tale potere nelle mani di pochi “scelti” per reprimere tutta l’umanità. I poteri della mente e dell’anima sono reali e concreti. La gente che non li conosce, o non ne è cosciente, è semplice da controllare e manipolare per coloro che hanno esperienza nell’uso di queste energie. Gli Dei Originali (Demoni) furono ingiustamente raffigurati come mostri, e bollati come “malvagi” per allontanare l’umanità dalla vera conoscenza spirituale. A causa di ciò, la razza umana è drasticamente degenerata, sia spiritualmente che intellettualmente. Il Satanismo Spirituale evoca fortemente tutto ciò che è apprendimento, conoscenza, ricerca, e libero pensiero. Il Satanismo spirituale riconosce la scienza e crede che qualunque cosa nell’occulto/soprannaturale abbia una razionale spiegazione scientifica. Noi crediamo che l’umanità sia stata pericolosamente allontanata da questa conoscenza, per mezzo della ristrettezza del Giudeo/Cristianesimo e dei suoi incessanti attacchi verso la scienza, per secoli. Pratichiamo la meditazione per avanzare spiritualmente, e per elevare noi stessi. La meditazione è essenziale per l’anima umana, come il cibo lo è per il corpo. Il Satanismo Spirituale riguarda individualismo, libertà, e indipendenza. Il nostro passato viene sistematicamente DISTRUTTO affinchè la bugia del cristianesimo possa continuare!”.

Mi si perdoni la lunga citazione, ma ogni frase di questo comunicato (tra l’altro molto noto e particolarmente diffuso nei blog) accende tanti piccoli campanelli d’allarme. Associare bellezza, scienza, razionalità al satanismo e, per contro, manipolazione, ignoranza, decadenza al cristianesimo mi sembra qualcosa di più che un “libero pensiero”. L’attacco è talmente preciso e persuasivo da lasciare sbalorditi. Anche perché, molto spesso, troviamo gli stessi termini in terreni neutri e “laici”. Si faccia attenzione alla frase: “Siamo rispettosi della Legge”. È scritta apposta per far pensare che non ci sia nulla di male nel satanico, almeno in termini di Stato sociale e legale. È un’argomentazione ben costruita e convincente. Insomma, le implicazioni di questo comunicato potrebbero essere molto pericolose a livello psicologico e molto, fin troppo, difendibili sul piano etico. Soprattutto generano confusione. Quando parla di “individualismo, libertà, e indipendenza” non lo sta facendo citando la Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo. Ma lo fa come se dicesse: credi nella Dichiarazione dei Diritti dell’Uomo? Ma allora sei già satanista, anche se ancora non lo sai. Guarda, ti manca tanto così e sei uno di noi. Basta che ne prendi coscienza. Infine, tutti questi discorsi sulla “religione degli antichi” non mi sembrano molto distanti da quello che sosteneva la “Thule-Gesellschaft”, la società segreta esoterica che non poco influenzò il nazismo.

Se dovesse mai attecchire questa mentalità, si produrrebbero almeno due effetti. Uno) distanziare del tutto il cristianesimo dai valori positivi che gli sono propri, come libertà, bellezza e ricerca. Due) avvicinare sempre di più il satanismo alla sfera dei diritti laici, così da conferirgli un alone del tutto “lecito”. Ci troveremmo in un mondo completamente alla rovescia, in cui il messaggio di Cristo diventerebbe il male, e quello di Satana il bene per tutti gli uomini.

Davide Greco

Donazione Corrispondenza romana